ECOBONUS 110: alla larga da chi promette tutto e subito! 

ECOBONUS 110: ALLA LARGA DA CHI PROMETTE TUTTO E SUBITO!

Ecobonus Edilizio 110%

Con questo articolo ti vogliamo mettere al corrente della situazione reale rispetto il decreto sull’ECOBONUS 110 onde evitare di INCORRERE IN SITUAZIONI SPIACEVOLI
(e insostenibili!)

Molte imprese edili stanno utilizzando questo Bonus per invogliare il cliente a fare lavori e/o firmare contratti per la realizzazione di progetti, quando al momento non esiste ancora una linea guida specifica e definita per il concreto utilizzo del suddetto ECOBONUS.
Di falsi professionisti che fanno promesse al cliente per poi abbandonarlo nel vortice dei suoi problemi e nello sconforto della situazione abbiamo sentiti davvero molti.

Con questo non vogliamo assolutamente dire che il decreto non sarà utilizzabile, ma solo che si devono attendere i tempi corretti.

L’ecobonus 110 per cento o bonus ristrutturazione 110 è una detrazione fiscale del 110% delle spese sostenute per gli interventi di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico (è detto infatti anche Sismabonus).
In linea teorica si potrà utilizzare dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per detrarre tutti quei costi che riguardano la sostituzione di caldaie, la messa a nuovo di impianti energetici, l’installazione di impianti fotovoltaici…e, in misura minore, anche per la sostituzione o messa a nuovo di infissi, porte e finestre.

È vero che questo decreto è stato inserito nella Gazzetta Ufficiale, ma è vero anche che dobbiamo tutti attendere ulteriori dettagli sul corretto impiego, e altri giorni da definire affinchè i tecnici e professionisti del settore diano il via libera a tutte le imprese edili.

Come abbiamo da sempre sostenuto, noi di Impresa Edile Dal Prà Nicola, amiamo operare nella trasparenza, nell’onestà e senza deludere le aspettative dei nostri clienti. Noi faremo tutto il possibile per aiutarti nell’impiegare al meglio questo bonus, ma solo nel momento in cui tutto sarà effettivamente chiaro, sicuro e realmente applicabile. La passione e l’amore che noi mettiamo nel nostro lavoro, riguarda anche il rapporto di fiducia che creiamo con il nostro cliente. Ed essa non può mai venire meno, nemmeno per ottenere un lavoro in più.

Quindi fai attenzione!

Non lasciarti invogliare da tutti coloro che ti dicono che l’ECOBONUS 110 è già attivo, affidati SEMPRE a professionisti seri del settore, che operano su basi solide e con un’esperienza alle spalle.

ECOBONUS 110: ULTIMI AGGIORNAMENTI SUL CASO.

In relazione alle recenti modifiche introdotte in materia di Ecobonus 110, come promesso, siamo a darti ulteriori informazioni.

Per accedere alla detrazione del 110%, il Decreto Rilancio prevede che vengano soddisfatti alcuni requisiti tecnici e progettuali imprescindibili.

Come prima operazione, dobbiamo verificare che l’edificio in questione e i committenti possiedano i requisiti citati nell’art 119 del DL 24/2020 (Decreto Rilancio).

Le fasi per la valutazione all’accesso dell’Ecobonus sono essenzialmente tre, che possiamo suddividere come segue:

-FASE CONOSCITIVA:
in questa prima fase la nostra impresa edile ti darà delucidazioni in merito al bonus 110%; ti verrà spiegato in modo semplice ma accurato in che cosa consiste il suddetto bonus e quali sono effettivamente i lavori che vi possono rientrare. Successivamente viene fissato un primo appuntamento per il sopralluogo e l’impresa contatterà un tecnico di fiducia. In questa fase si farà immediatamente anche una prima valutazione dell’immobile, cercando già di capire se esso può rientrare o meno nelle casistiche del Bonus 110.

-STUDIO PRELIMINARE DA PARTE DI UN TERMOTECNICO:
successivamente verrà contattato un termotecnico che, dopo una prima valutazione da parte di un tecnico, si esprimerà anch’egli sulla fattibilità del caso. La figura del termotecnico è essenziale a questo punto, in quanto sarà proprio lui a valutare la fattibilità relativa al salto delle classi energetiche, redigendo, in caso di conferma di studio di fattibilità, una “lista” di interventi da effettuare per poter rientrare nel bonus.

-FASE DECISIONALE:
nel momento in cui, entrambi i tecnici, confermano la possibilità del salto delle 2 classi energetiche, i committenti devono decidere se accettano o meno l’avanzamento dello studio di fattibilità.

Quanto costa lo studio di fattibilità?

Lo studio di fattibilità del singolo caso ha un costo che varia a seconda dell’abitazione e della documentazione esistente.

SI ALLO STUDIO DI FATTIBILITA’

NO ALLO STUDIO DI FATTIBILITA’

Nel caso il cliente dopo lo studio della propria abitazione continui con i lavori del Bonus 110% le spese tecniche inerenti ai lavori dell’ecobonus saranno assorbite nella cessione del credito.

Nel caso il cliente decida di non proseguire con i lavori del 110% e quindi fermarsi al solo studio di fattibilità, il cliente dovrà corrispondere ai tecnici l’importo pattuito.

Il cliente non paga nulla

Gestione del credito.

Nel caso in cui il cliente decida di procedere con i lavori descritti dai tecnici nelle relative documentazioni, il credito si può gestire nei seguenti modi:

  • il cliente può cedere il credito direttamente all’impresa;
  • il cliente può decidere di cedere il credito alla banca come privato e successivamente pagare l’impresa;
  • il cliente può tenere il credito e pagare l’impresa.

Una volta definita la gestione del credito, si passa all’apertura delle pratiche necessarie e si iniziano i lavori.

Con questi aggiornamenti speriamo di aver contribuito a fare maggiore chiarezza in merito all’Ecobonus 110% e, soprattutto, sull’iter da seguire per accedere alle relative detrazioni.

Se dovessi avere ulteriori dubbi o domande, siamo lieti di risponderti e di darti tutte le informazioni necessarie.


CHIAMACI

SCOPRI DI PIU’ SULLA NOSTRA AZIENDA

Dove siamo

Email:

nicoladalpra@interfree.it

Numero verde:

800 95 29 33

Indirizzo:

Via degli Alpini ,17
25019 Sirmione (BS)

2020-11-24T18:41:04+00:00